"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

** Musica **


Eccomi qui con una nuova pagina intitolata musica… una musica che, anche questa volta, vi affido come  leggero distillato delle mie emozioni, delle mie solitarie divagazioni, una musica che è compagna di viaggio e amica. Un’amicizia a dire il vero non del tutto facile, proprio come le amicizie profonde, quelle che non crescono su sorrisi di cortesia, ma spronano, pungolano, accolgono, evocano, costringono a rivedere ogni volta la propria prospettiva sul mondo e su se stessi.

Accade a volte, nelle giornate terse, che l’aria diventi improvvisamente turbolenta, ci sorprenda scherzando con i nostri capelli e ci induca a trattenere un poco il respiro; per qualche attimo siamo sospesi e quel vento, quel refolo bizzarro che irrispettoso si intrufola e scombina i pensieri, ci porti con sé.  Si tratta di brevi visioni, di suggestioni, di illusioni olfattive o sonore, di ossessioni mai esplorate prima; a volte di vere e proprie incursioni nell’anima. La sua direzione non è mai scontata, il ritorno mai indifferente. Ci ritroviamo nello stesso luogo di prima, ne riconosciamo i contorni e gli odori, ma a ben guardare i nostri passi lasciano impronte differenti. Di questa nostra momentanea assenza dalla temporalità del mondo può permanere in noi una spruzzata di colore che prima non avevamo, un graffio, magari un sorriso, forse anche un desiderio, un respiro affannato, un brivido o una lacrima. Siamo stati altrove e siamo tornati così rapidamente! Senza nemmeno aver potuto capire la strada, senza sapere perché, senza poter sostare. Dove andare per trovare ancora quel luogo, quel profumo, quel sentiero? A chi chiedere, quale dio invocare?

Il mio incontro con questa musica è stato un susseguirsi di simili turbolenze inattese che dall’autunno ad ora mi hanno accompagnata per alture e profondità. Se ne do notizia solamente adesso è perché nei viaggi siffatti amo perdermi in solitudine… ma poi penso che forse sono egoista, che il vento non è di mia proprietà, che in qualche modo devo liberarlo.

Dopo aver a lungo assaporato queste escursioni sonore, cerco di ricambiare quanto ho ricevuto offrendo questa pagina come possibile passaggio… nella speranza che quel vento possa soffiare anche per voi.

————————————–

Sito personale

————————————–

HU CREIX su Bandcamp


————————————–

Lascio qui queste musiche, da me scelte tempo addietro, perchè esse sono i sassolini che ho seguito per trovare me stessa. Adesso che i sentieri sono intrecciati, ogni nuova musica è una piccola pietra sulla quale poso i miei piedi leggera per andare danzando. Vi invito quindi a visitare direttamente l’officina delle mie emozioni sonore andando nei siti qui sopra, perché ciò che troverete è molto più che semplice musica.

In neretto i titoli degli album, cliccando su ciascuna copertina potete accedere direttamente al disco competo… buon ascolto!!

—————-

The present forward

13 ottobre 2011

Un universo affascinante, una terra incantata tra realtà e sogno…un’ immersione totale nel respiro dell’umanità.

—————-

Focus

—————-

Fulltime future

dicembre 2010

una nuova compilation vestita elegantemente di blu con qualche traccia inedita… un altro bel regalo per gli occhi, le orecchie e il cuore


—————-

Timeless past

agosto 2010

Una raccolta scelta di brani…. ottimo per un primo assaggio o per un regalo

—————-

Kill me again

giugno 2010

un concept album – una colonna sonora —– una visione prismatica dell’amore attraverso gli occhi di un serial killer….scusate, è troppo lungo da caricare in questo blog, se cliccate sulla copertina dell’album potrete ascoltarlo direttamente da Jamendo

—————-

Once upon a tear

giugno 2010

                                                                                              ….una musica speciale, una favola senza tempo, un viaggio nella fragilità dell’animo umano….

—————-

journey at the corner

aprile 2010

Journey at the corner

—————-

Last breath

dicembre 2009

Invaded


—————-

Ad liberatum

Wanted


Quest c

Eyes scared sax

I was gonna be a piano player

—————-

Deep in sadness

Tears without words

—————-

Passing by

Deserted sky


Deserted dreams

Free me


Annunci

4 Risposte

  1. CrEiX

    just a quick sign to thank you for all you are and gonna be…
    Your friend
    Cv?vC

    17 marzo 2010 alle 8:45 am

    • annamundi

      …you know that you and your music have a special place in the person I am in this point of my life… and a little responsability about it ;-)…

      un cher salue

      anna

      17 marzo 2010 alle 2:29 pm

  2. CrEiX

    benne tutti…..
    is it ok?
    are you still working on this real project of your own?
    Cv?vC

    17 marzo 2010 alle 5:06 pm

  3. annamundi

    yes, it’s all ok 🙂

    my project? …I’m still working on it but slower than before because I started to publish some stuff on this blog … something I’d never done before…. I’m testing myself in this simplier way and this calmed down the hurry in me so I can work on the project in a more deepened way…

    and yours? are you well proceeding with your musical stuffs?

    ciao
    anna

    17 marzo 2010 alle 7:00 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...