"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

Articoli con tag “guerra

Bocche scucite a Vicenza: voci dai territori occupati


Incontro da non perdere…

proprio nei giorni successivi alla giornata della memoria (e non tutti hanno una memoria così selettiva  da fermarsi al 1945  😉  ) e successivi alle sconcertanti e vergognose dichiarazioni rilasciate da Berlusconi durante il suo viaggio in Israele, per fortuna abbiamo la possibilità di ascoltare anche dell’altro

la data è il 10 febbraio, non si legge benissimo nell’immagine sottostante…

Annunci

giornate della memoria del genocidio dei palestinesi a Gaza


da terrasantalibera.org

Gennaio 2009
“Piombo fuso” sulla Palestina

GIORNATE DELLA MEMORIA
DEL GENOCIDIO DEI PALESTINESI A GAZA

A partire da 27 Dicembre 2008 e fino al 18 Gennaio 2009, con l’offensiva militare denominata “Piombo fuso”,  il governo di Israele ha compiuto uno dei più efferati massacri di tutta la storia dell’occupazione dei Territori Palestinesi. Il popolo di Gaza, già profondamente colpito da un lungo ed estenuante embargo è stato lasciato solo di fronte al criminale sterminio.(…)

FACCIAMO QUINDI APPELLO a tutti i cittadini che credono ancora nella difesa dei diritti umani, nella giustizia e nel diritto internazionale, a tutte le Associazioni, ai partiti politici non subordinati al potere dell’imperialismo israelo-americano, alle Università, alle  istituzioni scolastiche, alle organizzazioni religiose, alle municipalità, PER L’ORGANIZZAZIONE,  IN CONTEMPORANEA IN TUTTE LE CITTA’ ITALIANE, DI “GIORNATE DELLA MEMORIA DEL GENOCIDIO DEI PALESTINESI A GAZA”, A PARTIRE DALL’ 8 AL 16 GENNAIO 2010, CON PRESIDI SILENZIOSI NEI CENTRI STORICI, CON VOLANTINAGGI E STRISCIONI CHE RIPORTINO QUANTO E’ AVVENUTO SOLO UN ANNO FA E CHE NON DOVRA’ MAI ESSERE DIMENTICATO.

Il genocidio degli abitanti di Gaza

deve restare nella memoria collettiva

come una intollerabile mostruosità

e un crimine contro l’Umanità (…)


per leggere tutto l’appello e per firmare segui questo link http://www.terrasantalibera.org/memoria_palestinese_2010.htm


Gaza – Natale 2008


Un video che ricorda, a distanza di una anno, la devastazione prodotta dall’assedio di Gaza da parte degli israeliani nell’operazione denominata Piombo fuso.

Il video, attraverso la voce del parroco di Gaza, racconta l’inferno vissuto dalla popolazione e la posizione della comunità cristiana verso il sionismo.


Manifestazione per la Palestina


Firenze, sabato 14 novembre

Manifestazione per la Palestina e contro il Muro dell’apartheid

Uniti Contro l’Apartheid

Settima settimana contro il Muro dell’Apartheid in Palestina

9 – 16 Novembre 2009

La Comunità Palestinese in Toscana,

facendo proprio l’appello alla mobilitazione lanciato dai Movimenti di Base Palestinesi contro il Muro dell’Apartheid in Cisgiordania e a Gaza,

Indice una manifestazione a Firenze Sabato 14 novembre per :

Denunciare la politica di dominio e ghettizzazione adottata da Israele con il sistema del Muro che si propone di isolare il popolo palestinese, sia a Gaza che in Cisgiordania, e  interrompere qualsiasi tipo di rapporto tra i palestinesi stessi all’interno della Linea verde,

Denunciare la repressione criminale del popolo che resiste lottando contro  la costruzione di questo Muro, repressione che attualmente ha raggiunto livelli allarmanti di violenza e che viene applicata indiscriminatamente sia contro le comunità locali sia contro tutti coloro che – palestinesi, israeliani e internazionali – manifestano la loro resistenza pacifica contro la colonizzazione dei Territori Palestinesi.

Protestare contro l’assedio disumano di Gaza.

Continuare con la campagna BDS (boicottaggio, disinvestimento e sanzioni) evidenziando le gravissime responsabilità delle aziende israeliane ed europee che sostengono il regime di apartheid e delle ditte che, costruendo il Muro,  sono complici nell’assedio della Palestina.

Fare pressioni sulle istituzioni governative perché, coerentemente con quanto affermato dal Tribunale Internazionale di Giustizia dell’Aja, il 9 luglio 2004, pretendano da Israele che il Muro venga abbattuto, i palestinesi risarciti dei danni subiti e l’assedio della Cisgiordania e di Gaza abbia fine.

Manifestare solidarietà con il popolo palestinese come associazioni di base e realtà sociali e politiche della regione.

MANIFESTAZIONE CON CORTEO

Sabato 14 novembre

Concentramento ore 15.30 in Piazza della Repubblica

Comunità Palestinese in Toscana
Associazione di Amicizia Italo-Palestinese, Cpa Firenze sud, PCL Toscana,
Cantiere Sociale K100fuegos, Collettivo Politico Scienze Politiche, Comitato Pistoiese  per la Palestina, Fermiamo la Guerra Comitato Firenze, Circolo Ferrovieri PRC, Statunitensi contro la guerra (Firenze), PRC Regionale, gruppo BDS per la Palestina Pisa, Attac Chianti Valdelsa, Sinistra Unita e Plurale di Firenze, gruppo anarchico kronstadt di pisa e Volterra, Comunità Islamica di Firenze, Rete Comunisti di Pisa, Circolo Agorà Pisa


Mail: forumpalestina@libero.it
Sito: http://www.forumpalestina.org


Il massacro del Grappa


“Venerdi 18 settembre 2009 alle 20.30 in saletta Angarano a Bassano del Grappa si terrà la presentazione del libro “Il massacro del Grappa” della storica della Resistenza Sonia Residori seguita da un dibattito sul significato e sui valori della lotta partigiana e sui continui tentativi di revisionismo a cui assistiamo in questo periodo.
L’ O.S.A. (Operai, Studenti Autorganizzati) invitano l’ANPI di Bassano a prendere parte alla serata (anche con interventi).

O.S.A. Bassano del Grappa”


Presidente A.N.P.I. Bassano
Giuseppe Pettenuzzo
Via A. Marzarotto, 11
36061 Bassano del Grappa (VI)
a.n.p.i.bassano@gmail.com
0424504362
3297454905


Google e la censura


Che non tutto fosse limpido nella gestione dell’indicizzazione di siti, blog ecc da parte di Google era un dubbio sorto a molti…

Ora pare che questi dubbi siano una certezza e questo ovviamente apre le porte ad una serie di riflessioni in merito alla “libertà” di far circolare informazioni in rete: tutti noi infatti sappiamo bene quanto importante sia l’indicizzazione ai fini della visibilità o meno di quanto viene pubblicato.

Per saperne di più leggete lo smascheramento direttamente sul sito soggetto della censura d parte di Google: http://www.uruknet.info/?p=s9080

Il sito riporta articoli e notizie dall’Iraq occupato…


Come vendere la “guerra etica”


Segnalo un articolo apparso su Bocche scucite che racconta della repressione di Israele nei confronti del dissenso interno e della manipolazione dell’informazione che il governo e i mass media stanno ostinatamente portando avanti nel tentativo (purtroppo a volte ben riuscito) di mascherare la realtà e di creare consenso attorno alla guerra contro Gaza.

L’articolo è stato scritto da Neve Gordon, insegnante di politica all’università di ben-Gurion, Israele, dopo l’arresto di un suo studente che, come altri, dimostrava il proprio dissenso nei riguardi dell’assedio di Gaza.

Potete leggere l’articolo QUI


sionismo e nazismo


So bene che le mie riflessioni potranno suscitare fastidio, so bene che già molto è stato scritto e detto a proposito. Non di meno voglio ricordare a quanti sostengono le ragioni di Israele che anche il nazismo proponeva teorie, libri, riflessioni e statistiche a sostegno del proprio agire. Chi aveva spirito libero, chi riteneva di non dover servire alcuna ideologia se non la propria coscienza capì la follia e l’infondatezza di quanto si proclamava allora e trovò il coraggio di opporvisi. Qualcuno lo capì un po’ dopo, quando l’orrore lo vide con i propri occhi. In molti lo hanno condannato a posteriori. Quasi nessuno lo difende ora.

Non ci sono ragioni, non ci sono teorie, non ci sono statistiche che possano giustificare le immagini che vediamo qui sotto. E non ha alcuna importanza se sono di oggi, di ieri o di settant’anni fa.


Fosforo bianco: ancora accuse ad Israele


Nuove accuse vengono mosse ad israele per l’utilizzo di bombe al fosforo bianco. Qui sotto il link al video servizio del Corriere della Sera.

Video


israeliani si rifiutano di combattere


Qui sotto un video, trasmesso da una televisione indipendente israeliana. Sono diverse interviste a riservisti che hanno rifiutato di partecipare alla guerra in corso contro la popolazione di Gaza e a loro sostenitori effettuate durante una manifestazione in Israele a sostengno del cessate il fuoco. Una bella testimonianza che speriamo venga diffusa anche da noi…