"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

musica

In the music discount – Liquor of forgiveness


***Un grande, bellissimo album, ben costruito, con una successione di brani che suggeriscono atmosfere diversificate: dalle centrifughe interiori di Liquor of forgiveness, alla rarefazione sofisticata di Elipsed passando per la battente melodia di Priceless e la dolce tristezza di A tender puppet. Un sax che racconta e sottolinea, un insieme che evoca e accompagna, scuote e suggerisce.***

 

Liquor of forgiveness, LP pubblicato nel giugno 2012, è in offerta ancora per qualche ora al prezzo minimo di 1 euro, bonus track e artwork inclusi
… suvvia si può rischiare, no?
qui il link da seguire per arrivare al music discount 
http://hucreix.bandcamp.com/album/liquor-of-forgiveness



Liquor of forgiveness LP released in june 2012
is at 1 euro (or more) for 48 hours long
Included bonus tracks and full HD artworks (booklet)
Hope you catch it…!

Annunci

Le Rouge – inventore atipico di stati sonori


Piccola pausa domenicale, breve total immersion.

Artigiano inconsueto di mondi oltre il conosciuto, Le Rouge è il mio appuntamento imprevedibile.



hurt song – and i love it



flower flow her


Amo stare nei miei luoghi accarezzata dalle tue esplorazioni sonore,

muovermi leggera per non disturbare

ed essere gatta silenziosa nel tuo mondo in divenire.

Copertina fresca ed atmosfera profumata per questo nuovo brano di Creix.

Free streaming, ma se per un attimo siete stati rapiti ricordo che è sempre possibile dire grazie per il breve viaggio musicale acquistando il biglietto al prezzo di un caffè.


Video

memories 3



memories 2



Video

memories



Video

i care…



Video

loop


Nuova playlist per la macchina, perché guidare senza musica per me è traumatico. Un po’ di musica del passato, un po’ di musica del presente. E poi due cartelle incancellabili: Bjork e Hu Creix.

Parto per il lavoro, ore 10 di mattina. Decido per i Japan, ho voglia di partire da lì. Brano n°6, sussulto già dai primi accordi….. prima la ascolto con il cuore del passato, poi con quello del presente. Poi a cuore unito. Poi perché non riesco a farne a meno.

Ore 19.00, sulla strada del ritorno, brano n° 6…sono ancora lì. Ecco il mio loop del giorno.

Se vado avanti di questo passo la nuova playlist mi durerà mesi 😉


The last door …


The last door… album di brevi strorie musicali, variazioni di una stessa melodia, quadri di una galleria sonora all’interno della quale andare con il cuore in mano per lasciarlo libero di battere forte laddove ci sarà un verso o un suono che lo farà vibrare. Un album che parla ai molti “noi” che ci compongono, talvolta inespressi, talvolta persi o semplicemente ignorati.

Una porta da aprire da soli o con chi ci è intimo abbastanza da non giudicare una lacrima, un tocco, un contatto, una momentanea assenza, un grido …

Testi scritti in un minuto, voce profonda, a tratti suadente, a tratti profonda e concreta, a tratti visionaria;  un album di sfumature emozionali non consuete forse nelle canzoni d’oggi,  ma altamente umane.

Potrebbe poi accadere che il vostro cuore abbia un sussulto e questo sussulto vi abbia raccontato qualcosa di voi e che vi piacesse sostare ancora in quell’atmosfera, se così fosse bastano 50 centesimi  a traccia, meno di 5 euro per l’intera collezione corredata dai testi e da immagini che illustrano ogni brano. Un modo concreto per dire “grazie”, nulla più.