"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

confini 1 – derma


derma

11-alaoui-guerra2

Se dovessi pensare a te,

come ad un luogo della mia carne

saresti quel confine sensibile

che respira l’energia,

quel spazio che tutto avvolge

e attraverso cui tutto passa,

saresti la linea ondulata

della dolcezza e del piacere

e il doloroso luogo dell’assenza.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...