"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

§ e la ghianda – raccolta di memorie sconvenienti – 3^ parte


Dove si narra di dio e si assaggia l’amicizia.

image by Andre Brito

§ e dio
Fino all’inizio dell’adolescenza non vi è alcun dio per §, nessuna immagine la completa, lei non è parte di alcuna energia condivisa. Nel mondo esterno vive sola anche se cammina con gli altri, nel mondo interno la sua anima vive il sogno, ma il sogno è voce che deve tacere.
§ non sa nulla sulla pervasività di dio e quando le si presenta con sembianze di un gruppo semi-parrocchiale e di un prete poco ortodosso § si lascia rapire, per un poco si immerge, ha confidenza. Per un attimo di vita si crea un contatto, qualcosa si mostra.
Ma è legame troppo fievole, davvero un niente vestito di possibilità remote e confuse.
Qualcosa d’altro invece si fa strada: § ha un pubblico e una nuova serie di prove di trasmissione ha inizio. La mente di § lavora senza tregua.
Niente soap opera questa volta, il tema è spirituale ed etico. Niente ragazzi, niente personalismi o sdolcinatezze da ragazzine. Puro e semplice avvicinamento all’estasi. § scrive, parla, racconta tutto ciò che la teoria le suggerisce, ci mette passione e rigore.
§ è lei e non è lei. Di certo § è in ogni singola parola, in ogni frase o sospiro, ma chi vede solo questo non la conosce. Perché appena dopo le parole, appena appena prima di §, c’è una distanza che si chiama pensiero e questa distanza è trasfigurazione. E ciò che di § si mostra è ciò che § vuole far vedere, nulla di meno, nulla di più.
§ è la regia, § è lo show. § gira per la vita avvolta in una calza di nylon tessuta di linguaggio.
Il pubblico plaude, § ricerca e trasmette. Per un attimo sembra perfetto. Nessuno vede al di là delle quinte: § e il sogno crescono al sicuro.
Ma il pubblico è labile e viene presto rapito da un nuovo spettacolo, organizzato e magistralmente diretto da una nuova arrivata, N.
§ vacilla e trema, dio scompare lasciando attorno a sé odore di stantio. § deve cavarsela da sola.
Core 3 della ghianda – kernel version 1.1

1° aggiornamento di sistema. L’amicizia
N è però persona interessante, non lineare. E’ superficie che si apre, è nebulosa in evoluzione, è sentiero tra nuvole e terra. § e N divengono provvisoriamente stella binaria, nuova coppia astrale nel microcosmo cittadino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...