"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

appunti


tremante raccolgo
i ritagli dei giorni
appunti bagnati
in ordine sparso

dietro gli schermi
corpi grida sorrisi
emersi da un solo
unico fiume

due sponde
levigate
stravolte
parallele per destino
affidano all’acqua
parti di sé

frane improvvise o
talvolta
snelle foglie di salice
turbinano e danzano
da una riva all’altra

percorro correndo
i miei argini antichi e
silenziosamente
invoco
la vicinanza
del mare

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...