"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

lassù


Volentieri mi perdo
in questo azzurro
spigoloso e possente
come le nude rocce
oggi al mio fianco.
Leggo versi amati
con il cuore sospeso
su quest’alta terrazza
esposta alla vita,
respiro il silenzio
interrotto talvolta
da strida di gracchi
giocosi e lucenti
che librandosi alti
sopra il mio viso
ricamano intrecci
da cui sono esclusa.
Lento il pensiero
volge al tramonto
saluta la luce,
si prepara al riposo
e affida la vita
alle immote pareti.

2 agosto 2007 – rifugio del velo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...