"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

verso cima Vezzena


Partiti con molta calma in questa domenica di primavera..il cambio dell’ora, la stanchezza della settimana trascorsa…insomma la scelta dell’itinerario non è stata semplice: visto il cielo terso e il sole abbiamo optato per andare a goderci un panorama mozzafiato.

Partiti da passo Vezzena, si segue la strada fino al punto dell’imbocco del sentiero n. 205, che sale ripido nel bosco. Neve ancora, ma non terribile, il sentiero è ben pestato e, una volta arrivati in cresta, lo spettacolo della valle sotto di noi, la vita del lago di Levico e di Caldonazzo, le montagne che si svelano tutt’intorno e  il piacevole calore del sole hanno avuto su tutti noi un effetto benefico. Dopo aver mangiato io ed Emanuele ci siamo addormentati a fianco dell’abisso, con il vento che saliva dalla valle, con le nuvole che viaggiavano sopra di noi.

Il ritorno è stata una corsa sulla neve.

LangDetectfr>en GoogleC
[Gallery columns = link = file orderby = rand 2]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...