"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

byte


mare d'inverno

inerme
siedo ripiegata
su me stessa

terribilmente
oggi
mi pesa
questa materialità eterea
della nostra amicizia
che sino a ieri
ne era la grazia

incatenata
graffio invano
la realtà

io, tu
centinaia di byte
a spasso nell’universo
bolla dai riflessi cangianti
piccolo mondo in fiamme
adesso
energia vana

impotente
fisso l’avanzare
della notte

sogno
un ponte sospeso
di fili di luce intrecciati
di calmi respiri
che sostenga i tuoi passi
a me sconosciuti
di oggi, di domani

inutile
chiudo tristemente
il mio cuore

26 febbraio 2010

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...