"We do not see the things as they are, we see the things as WE are." Anais Nin

grazie Oriana!


Queste ironiche righe le scrissi di getto, nel 2004, dopo la pubblicazione da parte della Fallaci del libro La rabbia e l’orgoglio, che mi aveva molto indignato per i suoi contenuti razzisti.

Grazie perché finalmente anche una come me, sempre titubante di fronte ai rapporti con gli altri, sente che hai espresso i pensieri più sordidi che accompagnano tutti noi. Ora il mondo intero sa cosa noi occidentali, nei reconditi meandri oscuri dei nostri cervelli pensiamo degli islamici. Speriamo bene…

Grazie per aver dimostrato che l’essere umano può essere intriso di una sì alta sottomissione all’ideologia del comando, può bandire le sue paure viscerali e assumere come proprie quelle funzionali al sistema.
Grazie perché io, al pari di molti altri, posso esimermi dallo scavare nel mio malessere perché la causa di tutti i mali l’hai già spiegata tu, con molta chiarezza.
Grazie soprattutto perché ora che tutto è chiaro, che tutto hai già detto, finalmente forse puoi tacere. E noi potremo così dedicarci a pensare il nostro futuro senza più dover risentire le tue urla scomposte.
Grazie ancor più dunque per il tuo futuro e sperato silenzio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...